{Castagnole allo yogurt per salutare Carnevale}

<<Il mondo ipocrita non vuol dare importanza al mangiare; ma poi non si fa festa, civile o religiosa, che non si distenda la tovaglia e non si cerchi di pappare del meglio.>> -cit. Pellegrino Artusi, dal libro “La scienza in … Continua a leggere

{ Cosi comincia Maggio – Pink cake (lactose free) }

In questo periodo, l’avrete capito, mi sento molto rosa. Rosa pastello, per essere precisa. Anche se, come vi ho detto nel post ispirazione di qualche giorno fa, non è uno dei miei colori preferiti e assolutamente non lo indosso. Però ultimamente … Continua a leggere

{Un dolce tutto da condividere: Torta allo yogurt e frutti di bosco per la Giornata della Felicità!

Crescendo impari che la felicità
e’ fatta di cose piccole ma preziose.

Cit. R. Bach

Tra pochi minuti
l’inverno lascerà il posto alla primavera
e allora tutto questo sole, i fiori colorati e
l’aria frizzante non saranno più un’eccezione
fra un temporale e l’altro ma… l’anteprima della bella stagione!!
Dite la verità, da quanto l’aspettavate?
C’è qualcosa di magico nella primavera.
La natura rinasce,
le persone si scoprono,
le giornate si riempiono di vita…
e la vita si riempie di colori!

La mia primavera è iniziata col colore rosso!
E’ da sempre uno dei miei colori preferiti:
lo indosso spesso,
lo adoro sulle labbra,
mi circondo di oggetti rossi per star bene.
Questa settimana l’ho messo anche sul dolce…
Che dolce?
Una torta da credenza, delle più classiche,
impastata con l’aggiunta dello yogurt e di succosi frutti di bosco!
Un dolce che adoro, perché estremamente versatile:
perfetto per la colazione, da inzuppare in una generosa tazza di latte,
diventa un dolce fine pasto con l’aggiunta di una salsa al cioccolato bianco.

La mia torta con frutti di bosco ha fatto da fine pasto
in una domenica in compagnia di mia nonna.
Mia nonna Assunta, classe 1930, ha sempre fatto la sarta nella vita.
E’ brava nel suo mestiere,
nelle sue mani stoffe e fili si trasformano in
qualsiasi cosa vi possa venire in mente!
Quand’ero piccola e andavo a casa sua,
il pavimento era sempre ricoperto di fili di cotone,
mentre lei, chinata sulla sua vecchia Singer in ferro,
cuciva senza sosta, con la tv ancora in bianco e nero
accesa a farle compagnia.
Ora io sono cresciuta,
lei ha cambiato casa tre volte,
ma la vecchia Singer è ancora lì
e lei continua a cucire nonostante non ci veda bene
e il lavoro sia diminuito.
Qualche volta compro delle stoffe e vado da lei,
che subito si mette all’opera
e mi aiuta a far diventare le mie idee
dei veri e propri oggetti
(perchè se dipendesse dalle mie doti di cucito, resterebbero solo delle idee!!).

Cosi, domenica scorsa, prima di pranzo,
ho tirato fuori un metro di semplice stoffa rossa comprata da Ikea,
qualche piccolo ”tesoro” trovato al mercatino dell’usato e
della passamaneria (un’altra delle mie passioni!)
e abbiamo iniziato a divertirci un po’…

Immagine

Immagine

E’ stata una giornata perfetta,
complice anche il clima primaverile!
Ormai si respira Primavera ovunque,
e anche gli ospiti con cui divido il cortile
l’hanno percepita…

Immagine

Cosi, tra cucito e cucina, si è fatta una cert’ora…

Immagine

L’ora del dolce, per essere precisi!
Perciò, prendete carta e penna, che arriva la ricetta…

{TORTA ALLO YOGURT E FRUTTI DI BOSCO}
con salsa al cioccolato bianco
Immagine

Per la torta: 
4 uova medio-grandi
125 gr di zucchero
la polpa di mezza bacca di vaniglia
la scorza grattugiata di un limone biologico
350 gr di farina 00
2 vasetti di yogurt bianco (230 gr)
120 gr di olio (metà di semi e metà d’oliva)
1 bustina di lievito per dolci
frutti di bosco qb

Per la salsa al cioccolato bianco:
100 gr di cioccolato bianco di buona qualità
200 gr di latte parzialmente scremato
la polpa di mezza bacca di vaniglia
1 cucchiaio di maizena

Immagine

Immagine

In planetaria,
montare uova, zucchero e aromi.
Aggiungere un po’ per volta la farina,
alternandola all’olio.
Amalgamare infine lo yogurt e
il lievito setacciato.
L’impasto deve risultare sodo, non troppo liquido.
Infarinare i frutti di bosco (che possono essere freschi o congelati).
Versare il composto in uno stampo tondo,
imburrato e infarinato (diametro 25 cm).
Adagiare sulla superficie del dolce i frutti infarinati,
ben distanziati.
Infornare, in forno preriscaldato, a 170 minuti
per circa 45 minuti.

Immagine

In un pentolino,
scaldare il latte con la vaniglia.
Versarlo, ben caldo,
sul cioccolato bianco tritato
e mescolare con una frusta fino a completo scioglimento.
Setacciarvi la maizena e amalgamare,
quindi portare ad ebollizione.
Si conserva per qualche giorno, in frigo.

Ps. Oggi, oltre ad essere l’Equinozio di Primavera,
è anche la Giornata Internazionale della Felicità indetta dall’Onu.
Per questo ho scelto di parlarvi di questa torta e di una domenica come tante.
Perchè ho imparato, crescendo, che la felicità sta proprio in questo,
nell’apprezzare le piccole cose.
Come una fetta di torta,
incartata con amore,
da regalare a chi tutti i giorni
divide con me la passione dei fornelli.
Perchè la felicità si moltiplica
solo quando viene (con)divisa!!
Immagine

Buon primo giorno di Primavera, pasticcioni!!!!!

-Lisa-

{La ciambella allo yogurt, una magia semplice e gustosa!}

Come tutte le verità più grandi della vita si nascondono nei piccoli dettagli
che abbiamo tutti i giorni davanti agli occhi ma che,
proprio per questo, non riusciamo a mettere a fuoco,
cosi –secondo me- i piatti più prelibati sono, il più delle volte, i più semplici e comuni.
Pensateci: gli spaghetti con aglio, olio e peperoncino, la caesar’ salad, la pizza margherita, il pan di spagna.
Sono famosi in tutto il globo, eppure sono fatti di pochi e semplici ingredienti che, combinati fra loro,
danno vita a qualcosa che non mi vergogno a definire ‘magico’.
Perché, alla fine, questo è la cucina (e ancor di più la pasticceria!): una magia.
Come maghi d’altri tempi, il cuoco e il pasticcere studiano la pozione,
si procurano gli ingredienti necessari, li dosano con perizia,
li combinano in un ordine ben preciso, con gesti metodici, fino ad ottenere il risultato desiderato:
un piatto che non è solo un piatto.
E’ una storia.

Prendete la pizza margherita, ad esempio!
Prima che il pizzaiolo, con le sue mani magiche, misceli gli ingredienti e li lavori e li cuocia
è solo farina, acqua, sale, lievito, è solo pomodoro, basilico, mozzarella, olio.
Poi lui fa la sua magia e …
la farina non è più solo farina, l’acqua non è più semplicemente acqua…
tutto si è trasformato in un unico cibo, che non racchiude solo il sapore dei singoli ingredienti ma
racconta del profumo dei boschi da cui è stato tagliato il legname per il forno,
della fatica dei braccianti che hanno raccolto i pomodori perché col loro lavoro mandano a scuola i propri figli,
dell’amore per il cibo che quel pizzaiolo prova ogni volta che a mani nude stende l’impasto.
Se non è magia questa!!

L’argomento di questo post però, mi dispiace deludervi, non è la pizza margherita
bensì un dolce altrettanto semplice e a prima vista banale e scontato.
L’argomento di questo post è la CIAMBELLA ALLO YOGURT.
Il classico dolce che si prepara in cinque minuti, senza troppo sforzo,
ma che dà una grandissima soddisfazione già al primo morso!
E’ un dolce perfetto per la colazione e/o la merenda, due momenti speciali della giornata:
il primo mette in moto il nostro organismo e lo prepara agli impegni del giorno che inizia
mentre il secondo è lo spezza fame tra un pasto e l’altro,
particolarmente indicato per i più piccoli che devono mangiare più spesso di noi adulti.
E’ il dolce ideale per chi vuole coccolare la propria famiglia quotidianamente
senza spendere troppo tempo in cucina.
Ed è il dolce perfetto da realizzare insieme ai bambini, con un procedimento semplicissimo
e con un impasto delizioso da leccare con la punta delle dita direttamente dalla planetaria!

Uno dei motivi per cui mi piace molto
è il fatto che permette di utilizzare lo yogurt che si gradisce di più,
l’ideale per me che mangio solo yogurt bianchi o alla banana e basta!
Ne mangio troppo pochi, a dire il vero e spesso accade che apra la confezione e ne consumi solo uno…
dimenticando nel frigo l’altro vasetto, che inevitabilmente resta lì fino a scadenza.
Ebbene, la soluzione a questa mia cattiva abitudine è proprio questo dolce!
E’ il giusto compromesso tra lo yogurt e la mia avversione nei suoi confronti.

La ricetta originale è stata pubblicata sulla rivista PiùDolci
col titolo ”Plumcake allo yogurt”.
Io però ho apportato qualche modifica per personalizzarla…

Immagine

A proposito,
lo sapevate che la parola YOGURT deriva dalla lingua turca?! Io no!
In turco esiste questa parola –un verbo per la precisione- YOGURTMAK, che significa mescolare.
Simbolo della dieta ferrea (secondo solo alle gallette di riso!), è un alimento antichissimo!
L’origine, pare, è stata del tutto casuale:
il latte contenuto negli otri, fatti con pelli e interiora di animali,
venendo a contatto con alcuni batteri si tramutò in questa sostanza cremosa
che gli antichi hanno usato come rimedio per l’insonnia e la tubercolosi oltre che come aiuto per rigenerare il sangue.
La sua commercializzazione invece è molto più recente:
il primo stabilimento per la produzione di yogurt è nato infatti solo nel 1919, a Barcellona.
E sapete come si chiama l’impresa che lo ha prodotto per prima? DANONE!

Allora, siete pronti a prendere appunti? E’ in arrivo la ricetta…

{CIAMBELLA ALLO YOGURT}

Immagine

Un vasetto di yogurt alla nocciola da 125 gr
190 gr di zucchero
200 gr di farina 00
100 gr di fecola di patate
3 cucchiai di cacao amaro
90 gr di olio di semi
4 uova medie
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

In una ciotola capiente versate tutti gli ingredienti secchi e miscelateli con un cucchiaio.
Aggiungete tutti gli ingredienti liquidi e azionate le fruste,
lavorando il composto fino ad amalgamarlo.
Versatelo in uno stampo per ciambella di un diametro tra i 25 e i 30 cm,
già imburrato ed infarinato.
Infornate, in forno già caldo a 170° C
e lasciate cuocere per 45 minuti
(non dimenticate la prova stuzzicadenti!).
Sfornate e, dopo 5 minuti di riposo,
capovolgete la ciambella su un canovaccio pulito per farla raffreddare.

Ve l’avevo detto che era semplicissimo!! =)

Immagine