{ISPIRAZIONI A TEMA #30 – El Principito}

Ecco il mio segreto. E’ molto semplice:
Non si vede bene che con il cuore.
L’essenziale e’ invisibile agli occhi.

-Antoine de Saint Exupery-

1426201_1293824550643851_3824613124554291071_n

Quante volte l’avete letta o sentita questa frase?
In questo periodo è un tormentone,
complice l’uscita al cinema de
Il piccolo Principe
che fin’ora è stato solo carta stampata e tanta immaginazione.
E’ una delle più rappresentative di questo libro,
però non è la mia preferita.
Quella a cui sono più affezionata è:

Certo che ti farò del male. Certo che me ne farai. Certo che ce ne faremo.
Ma questa è la condizione stessa dell’esistenza.
Farsi primavera, significa accettare il rischio dell’inverno.
Farsi presenza, significa accettare il rischio dell’assenza.

Per chi non l’avesse ancora mai letto,
Il Piccolo Principe
è un viaggio;
una favola;
una filosofia di vita.

1918910_1293824293977210_8381207842270294405_n

E’ quel libro da regalare alle persone che si amano,
la  lettura che si vuole fare dopo una giornata difficile,
la storia che tutti sogniamo
senza renderci conto che tutti l’abbiamo vissuta
almeno una volta nella vita.
Qualcuno nei panni del Principino, qualcuno della volpe.

12509729_1293824887310484_1728309699451081243_n

Prima di lasciarvi alle fotoispirazioni
trovate qui e là su Pinterest
ci tenevo a ringraziare Valeria.
Perché è stata lei a farmi scoprire, tanti anni fa,
questo piccolo ma fondamentale pezzo della mia vita.
Grazie.

10402570_1293825117310461_3042376935545653583_n

10366240_1293824690643837_5899906882337609175_n

12400826_1293824610643845_239475944060354311_n

12509679_1293824980643808_8748133332709893741_n

10646658_1293825127310460_3898822726772206300_n

5e9e1731a167934e368f9c9a0c240174

1382317_1293824393977200_1715396145204666932_n

12417701_1293824783977161_5408774958458351393_n

10556430_1293824600643846_8359612196401761068_n

11214173_1293824823977157_5616067843115937151_n

12400969_1293824857310487_5999737171569736979_n

11215169_1293824837310489_9133724216735670839_n

1531616_1293824330643873_7743826359407940061_n

64469_1293824650643841_2489387799762477707_n

12494818_1293824677310505_1687331503494012986_n

12507330_1293824567310516_237046117343490583_n

10354235_1293824313977208_5617877550716053883_n

1170902_1293825167310456_5502085922567262484_n

1917916_1293825080643798_4448843921344782113_n

12507685_1293824983977141_181268455381354660_n

535326_1293824433977196_843020452007812776_n

12472243_1293825077310465_6820416085851873819_n

12400967_1293824427310530_655176206154275761_n

1924036_1293824710643835_5067377869760424999_n

12507213_1293825187310454_4561985314726405920_n

12509503_1293824583977181_2525277422544678647_n

1916946_1293824747310498_2931821399070481402_n

12510303_1293824473977192_9104463116153630638_n

12400766_1293824373977202_1712742149252894186_n

1426230_1293825093977130_1168361929308222846_n

12400429_1293824757310497_9101619534399412531_n

12508995_1293824277310545_971929067642030035_n

10368221_1293824890643817_830558960394948367_n

12510289_1293825030643803_6226756172154702510_n

1929954_1293824760643830_8142935920977751962_n

10365913_1293824253977214_8107899879915676752_n

12509518_1293824267310546_6686148570686550010_n

Annunci

{ISPIRAZIONI A TEMA #29 – BLANCO Y PLATA}

<<Quelle stelle che nel Nord, nelle notti chiare, sono lacrime ghiacciate tra miliardi di altre, la via lattea di gennaio come caramelle d’argento, veli di gelo nell’immobilità, che lampeggiano, pulsando al ritmo lento del tempo e del sangue dell’universo.>> – … Continua a leggere

{ISPIRAZIONI A TEMA #28 – Blanco y Azul}

”Il colore è un mezzo che consente di esercitare un influsso diretto sull’anima. Il colore è il tasto, l’occhio il martelletto, l’anima è il pianoforte dalle molte corde.” -cit. Wassily Kandinsky- Se dovessi sceglierne uno, di colore, per descrivermi, per … Continua a leggere

{ALLA SCOPERTA DELLE SPEZIE – VI – Peperoncino mon amour!}

Qualche tempo fa camminavo sotto la pioggia per le stradine del centro storico di Napoli, (se cliccate QUI, GoogleStreetview vi catapulterà a via San Biagio dei Librai, meglio nota come Spaccanapoli…) come mi è accaduto spesso negli ultimi anni e, … Continua a leggere

{ISPIRAZIONI A TEMA #25 – Estrellas y rayas}

Non è la prima volta che dedico un post ispirazione ad una bandiera. La prima volta, la protagonista è stata quella italiana. . .  stavolta, invece, complice l’avvicinarsi del 4 Luglio, ho pensato di raccogliere qualche idea a tema USA … Continua a leggere

{ISPIRAZIONE A TEMA #23 – HELADO}

<<  Il carretto passava e quell’uomo gridava gelati. Al 21 del mese i nostri soldi erano già finiti.>> -Cit. Lucio Battisti Lo so, il cielo grigio e la pioggia di questi giorni stanno scoraggiando anche gli animi più fiduciosi. Però … Continua a leggere

{ ALLA SCOPERTA DELLE SPEZIE – V – Tutto sul pepe! }

Piper_nigrum_drawing_1832Fonte QUI


Essere una persona tutta pepe.

Avere i capelli sale e pepe.
Non essere né sale né pepe.
E quanti altri modi di dire esistono, a proposito di questa spezia…
E’ una delle più comuni, in Oriente come in Occidente
e la sua storia ci fa tornare indietro almeno di duemilacinquecento anni!

Originario dell’India, un tempo il pepe era chiamato
”oro nero” e aveva un grandissimo valore,
cosi veniva usato comunemente come moneta di scambio.
Per via della sempre maggiore richiesta di pepe,
l’Europa si ostinò a cercare e riuscì a trovare la famosa ”rotta delle spezie”
e finì per colonizzare i paesi da cui proveniva il pepe
esattamente come aveva fatto in precedenza con le Americhe.
Alla metà del Cinquecento già erano note le
sue proprietà afrodisiache -alle quali poi si sono aggiunte,
col tempo e con lo studio, quella di favorire la digestione, la diuresi
e l’azione antinfiammatoria. Il pepe viene consigliato inoltre
in caso di problemi d’anemia, diabete e respirazione.

a69e7f4a768ebd7c975f8f91e4c3b374
Fonte QUI

Di piante del pepe ne esistono circa 700 varietà nel mondo
ma quelle usate per ottenere il pepe come spezia sono molte meno
e si distinguono fra loro per il grado di maturazione
ed il tipo di lavorazione che si applica.

La pianta del pepe, appartenente alla famiglia delle Piperaceae,
è una liana legnosa perenne e può raggiungere
fino ai 4 metri d’altezza.
Si propaga per talea e produce frutti
a partire dal quinto anno di vita, per circa sette anni.
Un singolo ramo produce in media dai 20 ai 30 germogli,
i quali vengono raccolti ed essiccati al sole fino a poterli sgranare.

c512bb7f691cba95e1d178eb3d48b03e
Fonte QUI

Quello che viene raccolto ancora acerbo è il Pepe Nero,
il tipo più diffuso. Il Pepe Verde, raccolto acerbo, viene trattato
con diossido di zolfo per mantenere inalterato il colore verde.
Il Pepe Bianco viene invece decorticato mediante macerazione in acqua.
In quanto al Pepe Rosa, si tratta invece di una pianta differente,
ma è associato al pepe perchè ne ricorda il sapore.
Infine, c’è il Pepe Lungo, simile al nero nel sapore ma di forma allungata.

fd8ef258c5c56b971b6334f07399ae8e
Fonte QUI

Il pepe è una spezia ormai cosi diffusa che
la si usa per insaporire praticamente qualsiasi cosa:
sughi, brodi, zuppe ma anche secondi
sia di carne che di pesce, insalate e contorni.
Alcuni piatti prendono il nome proprio da questo ingrediente,
uno su tutti la pasta ‘cacio e pepe’.
Nel prossimo post, la mia ricetta (o meglio, quella di mia madre!)
del Casatiello Sugna e Pepe,
tipico del periodo pasquale ma adattabile
a tutti i pic nic e le scampagnate di questo periodo!

{ISPIRAZIONI A TEMA #21 – Pájaros}

Alla zampa di ogni uccello che vola è legato il filo dell’infinito. [Victor Hugo] E’ più di un anno ormai che curo questa piccola rubrica di ispirazioni tematiche e oggi, scorrendo la lista dei temi che scelti fin’ora, mi sono resa … Continua a leggere