{ISPIRAZIONE A TEMA #15 – Encajes}

<<Dio, ma quanto è ingiusto il mondo
Zero a noi e tanto a loro
Se la nostra razza è immonda
Di che razza è il loro cuore?
Sono nati nei merletti
Per far l’amore e la guerra
Ma anche a noi, stracci della terra
La vita piacerebbe bella>>

Cit. Notre Dame de Paris, il musical

Ancora mi rivedo, piccola e sognante,
incantata davanti alla tv,
a guardare le telepromozioni di abiti da sposa.
I miei pomeriggi erano pieni di nuvole di tulle bianco,
cascate sbrilluccicose di pregiati tessuti e
splendidi scenari a fare da cornice.
Ed io, armata di quaderno e penne
(si, sono sempre stata cosi…)
prendevo appunti, scarabocchiavo modelli,
programmavo i dettagli.
Quando penso al pizzo, al merletto e a questo tipo di tessuto in genere,
torno indietro nel tempo nel giro di pochi secondi
e un po’ mi intristisco:
sono cresciuta sognando l’abito bianco,
ma il mio sogno è cosi sbiadito ora…

Siccome però non sono il tipo da arrendermi quando voglio qualcosa,
ho portato il merletto nella mia vita comunque.
Non solo sugli abiti
ma anche in cucina e nel mio angolo craft!
Perciò, ho pensato di raccogliere alcune
delle migliori idee viste in giro e
proporvele nel mese dei matrimoni per eccellenza!
Prima di lasciarvi alle bellissime immagini
(come sempre, tratte da Pinterest!)
voglio però darvi qualche link:

Se state pensando al vostro abito da sposa, ecco una guida ai tipi di pizzo più adatti;
Se invece volete scoprire le origini di questo tessuto, eccone la storia;
Anche l’Enciclopedia Treccani ci fornisce un bel contributo a tema pizzo;
Infine, se non lo conoscete ancora, ecco il Merletto di Burano.

Ecco, non vi resta che…lasciarvi ispirare!!!

0bbc846cea89dd3bc95873087d1073bb

1bc769022e76eed2d0a813a200551fea

1a130517a0bdae1f35a436e522f4954e

4e4d805e89a58714a1af19126cd6f21c

2cafa176777a0d44159ca15143cc64be

3f33d986db2d6b1a00d792ec17c34612

3ff0c97e0ca0160d68ac8bb18a53e20a

2caed3d1bce53a535dd1f2a921764e9c

8ae427b38c8e335dd4cd15d2a9d3e421

7ad62cb7e4e4bcb93421830f7bba0bdd

8cc28dec477256e06a021cbcb2895a94

06c216071695f938ccbd497bf26cb64f

60a52790b4f80027fed07478062cc997

27d986c61f9db848e70b177b30dd3922

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

35d772135ffe41b4c5476c2f6c7a87c1

367dbae3294bfa7c9b8f553cab7b172b

96c2559dfa8ec53c78cd92276855c172

13351bfcd60ca55257ac65c162d26e39

0736f0d1b5a0a66fdec8947de48ff4d6

868eff0b924ba0538e5afd4dabe1ab40

41870c149990c29dbeff3a174a35fd86

21131db9fe9958dc274b5a0436ca4373

964dd26db75314c9b34c01e6c9f3b09e

4207e4001b195a50837f46d3c0f1e204

332173f000d6aba2e397743f61082ef8

a34dec39e92d0bed51c5b5229a101f68

a49e85f1f6f4bc70db13511b2d0ef516

a86b3ebf26eb043ed00596e75f272b0b

a421e7f06c2f3f2f502e4654cd41326f

6840540c7607ef294b593715ca1e8fa2

0699929fa69d58a153aa7647121df5cc

bf4a8b881bc8e762887245744388d311

c9d7a4f2a48ef7afb14dde38ead232a8

bc7b0b935374c6b2c249b67b68d238ee

c8f86b819796111a3b4e6460e1bd8e48

cd4e9e65f67638364a338fa1839d6419

bf029effc00663c0e5789afd132b4290

bbae7fb6a11ea2a05edda8f96c8f3478

b459c4f366a5d95da0db7d4e965d26cb

b2567776aedf2e5fc8f82040f897f3d4

e664bf90167a9ba023bbcb81ed553bdf

e81f5c7fcb30d310a13b7827e6edff87

c608ef9c4c207a47bd52b830790a0641

c4368ce57833d6522c1da5bf939e7b9d

e16edb60f286f21e60e4fd7099d23cde

f3f25ffda5eb9ea62b32927219c49634

Annunci

{Scene da matrimonio + Crumb cake pesche e albicocche per festeggiare!}

”Tu sei l’attesa,
tu sei la sorpresa,
tu sei una sfida…
Tu sei arrivata
per cambiare tutta una vita!”

(E scopro cos’è la felicità – Elisa & Tiziano Ferro)

Come la quiete dopo la tempesta,
finalmente è tornata la calma dopo la frenesia del matrimonio.
A differenza delle altre volte,
questa volta eravamo coinvolti in pieno e
tra i dettagli della cerimonia e
le tradizioni di famiglia
è stato un periodo a dir poco stressante!
Periodo in cui non ho pasticciato molto…
ce n’erano già cosi tanti di dolci in giro!
Un dolce però l’ho fatto,
qualche giorno prima del matrimonio.
La ricetta l’ho presa da GialloZafferano!
Vi linko l’originale prima di darvi la mia versione,
riveduta e corretta secondo le mie esigenze.

{CRUMB CAKE CON PESCHE E ALBICOCCHE}

Immagine

Per l’impasto:
200 gr di farina 00
170 gr di zucchero di canna grezzo
170 gr di olio (misto oliva e semi)
3 uova medie
mezza bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
scorza grattugiata di un limone biologico
vaniglia in bacca qb.

200 gr di pesche
150 gr di albicocche

Per il crumble:
150 gr di farina 00
75 gr di zucchero di canna grezzo
75 gr di burro
scorza grattugiata di mezzo limone biologico
un pizzico di sale

Immagine

Per il procedimento potete seguire tranquillamente
la ricetta originale che vi ho linkato,
avendo cura di regolare temperatura e tempo di cottura
a seconda del vostro forno.

Vi assicuro che è un dolce golosissimo,
a casa mia è andato a ruba!
E’ perfetto per fare colazione,
insieme a uno yogurt o a una spremuta d’agrumi.
Il modo migliore per cominciare una giornata importante…
come quella di un matrimonio!
E a proposito di matrimonio…
vi avevo promesso qualche dettaglio!
Ecco mantenuta la mia promessa…

Immagine

Il matrimonio è stato celebrato a Capua,
una città davvero bella,
in una giornata di sole e di vento.

Immagine

Il filo conduttore delle nozze: il color glicine!

Immagine

Immagine

Immagine

La tradizione, dalle mie parti, vuole che
gli sposi, dopo la cerimonia,
facciano il giro delle strade in cui sono cresciuti,
fermandosi nei luoghi più importanti
(la casa paterna, il ritrovo con gli amici, il posto di lavoro)
per tagliare i nastri insieme e
inaugurare i ”tavolini” organizzati per loro!
A casa mia abbiamo preparato dolci e molto altro,
e si è lanciato riso misto a fiori,
si sono fatti brindisi agli sposi e
foto di gruppo.
Il cortile si è riempito di voci festose e sorrisi!
Poi… dritti alla Masseria Giò Sole!
Un posto meraviglioso,
rustico ma allo stesso tempo elegante,
dal sapore un po’ toscano e un po’ medievale!

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Il meraviglioso chiostro ci ha accolti con una luce splendida,
un buffet prelibato e un angolo dedicato alla frittura dal vivo!

Immagine

Il mio istinto da fotoreporter mi ha fatto scattare più di duecento foto!
Mise en place, decorazioni, pietanze…non ho risparmiato niente!
A voi invece risparmio gran parte delle foto,
mostrandovi il giusto necessario (altrimenti rischiamo di far notte!).

Immagine

Segnaposti artigianali e
tavoli distinti coi titoli di film d’amore (e relative citazioni)…
più romantico e personalizzato di così! =)

Immagine

Immagine

Ci sarebbero da dire tante cose,
ma preferisco che siano le foto a parlare e
a raccontarvi l’ultima parte della giornata
dall’ora del tramonto in poi,
con le bollicine, il taglio della torta, il carretto dei gelati,
il coro Gospel e i balli scatenati…

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Vi saluto con lo scatto che trovo mi sia venuto meglio,
a cui non ho aggiunto nessun filtro perchè
perfetto cosi: una cartolina in ricordo di una giornata
d’inizio Giugno trascorsa con l’intera famiglia
al ritmo di Seasons of Love & I say a little pray for you!

Immagine