{Cocco e Ciliegie, per la torta della Festa della Mamma!}

”La madre è un bene troppo grande
ed è necessaria talvolta la lontananza,
per apprezzarne tutta la grandezza. ”
(
Francesco Olgiati)

Immagine

Come tutte le femminucce,
ho sempre avuto, in particolare dai 12 in su,
un rapporto strano e un po’ controverso con mia madre.
Esempio irraggiungibile,
maestra di vita esigente,
donna d’altri tempi legata a molte convinzioni per me assurde,
non sono riuscita mai ad apprezzare fino in fondo
mia madre e il suo ruolo nella mia vita.
Devo ammetterlo, per me è stato sempre
più facile avvicinarmi a mio padre.
Nonostante le differenze e
le tante (troppe) somiglianze.
Ora che ho passato il quarto di secolo,
e che la vita col suo corso
ci ha allontanate e avvicinate in tanti modi,
posso dire che ho riscoperto il rapporto con mia madre. 

Immagine

Mi ritrovo molto simile a lei.
Non solo guardando le sue foto e
scoprendo che il mio viso ha tanti caratteri e
tante espressioni che non sono del tutto solo mie.
Soprattutto, mi ritrovo nel suo modo di pensare,
nelle sue ansie, nei suoi principi.
Se penso che appena sei anni fa
non riuscivamo ad andare d’accordo su nulla,
mi sembra cosi strano!
Sarò cresciuta io, si sarà modernizzata lei, o tutt’e due….

Sento che ora il nostro è un rapporto meno
unilaterale che in passato.
Ora ricevo, ma do anche, nel mio piccolo.
Anche solo con il mio punto di vista in una discussione.

Ora capisco.
Perchè sono donna, in un mondo in cui esserlo non è semplice.
E semmai sarò madre, capirò sicuramente di più.
Capisco (anche se a volte lo faccio a fatica) e
apprezzo molto di più di quanto abbia mai davvero fatto.
Per questo, un giorno non basta.
Festa della mamma è ogni giorno,
quando condividiamo del tempo o
abbiamo modo di fare cose insieme che ci fanno star bene.
Oggi però è speciale,
ed era una buona scusa per pasticciare…
cosi ho provato una nuova ricetta!
Meno calorica possibile, giacché siamo a dieta!

{Torta da forno al cocco con ciliegie fresche, appena raccolte}

Immagine

{Ingredienti e dosi}
3 uova fresche
150 gr di zucchero di canna grezzo
150 ml di olio (misto semi e oliva)
250 gr di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
30 ciliegie biologiche denocciolate
farina di cocco e aroma cocco (anche latte!) q.b.

Facoltativo: aroma vaniglia, scorza di limone grattugiata, limoncello

Immagine

{Procedimento}
In planetaria, con la frusta,
lavorare uova, zucchero e aromi.
Appena il composto sarà gonfio e chiaro,
aggiungere l’olio.
A parte, miscelare farina e lievito ed amalgamarli
al composto, un po’ per volta.
Infine, aggiungere farina di cocco a piacere
(io non ne ho utilizzata molta, per non appesantire l’impasto)
e la metà delle ciliegie, precedentemente infarinate.

Preriscaldare il forno a 180°C.
Intanto, imburrare e infarinare uno stampo
(io l’ho scelto a forma di cuore, piccolo in modo da avere un dolce alto)
e versarvi dentro l’impasto.
Livellarlo, poi sistemarvi sopra le restanti ciliegie.
Infornare.
Cuocere per circa 40 minuti (ma varia a seconda del forno).

*Non preoccupatevi se in superficie si imbrunisce, è una caratteristica data dallo
zucchero di canna grezzo.
*Se non avete esigenze alimentari particolari, al posto dell’olio potete usare il burro o lo yogurt.

Immagine

(Lavagna Ikea – Tovaglia a Pois Progress – Tazza e Piatto Maisons du Monde)

Ps. Auguri a tutte le mamme!!!!! ❤

Immagine

Annunci

{Un dolce tutto da condividere: Torta allo yogurt e frutti di bosco per la Giornata della Felicità!

Crescendo impari che la felicità
e’ fatta di cose piccole ma preziose.

Cit. R. Bach

Tra pochi minuti
l’inverno lascerà il posto alla primavera
e allora tutto questo sole, i fiori colorati e
l’aria frizzante non saranno più un’eccezione
fra un temporale e l’altro ma… l’anteprima della bella stagione!!
Dite la verità, da quanto l’aspettavate?
C’è qualcosa di magico nella primavera.
La natura rinasce,
le persone si scoprono,
le giornate si riempiono di vita…
e la vita si riempie di colori!

La mia primavera è iniziata col colore rosso!
E’ da sempre uno dei miei colori preferiti:
lo indosso spesso,
lo adoro sulle labbra,
mi circondo di oggetti rossi per star bene.
Questa settimana l’ho messo anche sul dolce…
Che dolce?
Una torta da credenza, delle più classiche,
impastata con l’aggiunta dello yogurt e di succosi frutti di bosco!
Un dolce che adoro, perché estremamente versatile:
perfetto per la colazione, da inzuppare in una generosa tazza di latte,
diventa un dolce fine pasto con l’aggiunta di una salsa al cioccolato bianco.

La mia torta con frutti di bosco ha fatto da fine pasto
in una domenica in compagnia di mia nonna.
Mia nonna Assunta, classe 1930, ha sempre fatto la sarta nella vita.
E’ brava nel suo mestiere,
nelle sue mani stoffe e fili si trasformano in
qualsiasi cosa vi possa venire in mente!
Quand’ero piccola e andavo a casa sua,
il pavimento era sempre ricoperto di fili di cotone,
mentre lei, chinata sulla sua vecchia Singer in ferro,
cuciva senza sosta, con la tv ancora in bianco e nero
accesa a farle compagnia.
Ora io sono cresciuta,
lei ha cambiato casa tre volte,
ma la vecchia Singer è ancora lì
e lei continua a cucire nonostante non ci veda bene
e il lavoro sia diminuito.
Qualche volta compro delle stoffe e vado da lei,
che subito si mette all’opera
e mi aiuta a far diventare le mie idee
dei veri e propri oggetti
(perchè se dipendesse dalle mie doti di cucito, resterebbero solo delle idee!!).

Cosi, domenica scorsa, prima di pranzo,
ho tirato fuori un metro di semplice stoffa rossa comprata da Ikea,
qualche piccolo ”tesoro” trovato al mercatino dell’usato e
della passamaneria (un’altra delle mie passioni!)
e abbiamo iniziato a divertirci un po’…

Immagine

Immagine

E’ stata una giornata perfetta,
complice anche il clima primaverile!
Ormai si respira Primavera ovunque,
e anche gli ospiti con cui divido il cortile
l’hanno percepita…

Immagine

Cosi, tra cucito e cucina, si è fatta una cert’ora…

Immagine

L’ora del dolce, per essere precisi!
Perciò, prendete carta e penna, che arriva la ricetta…

{TORTA ALLO YOGURT E FRUTTI DI BOSCO}
con salsa al cioccolato bianco
Immagine

Per la torta: 
4 uova medio-grandi
125 gr di zucchero
la polpa di mezza bacca di vaniglia
la scorza grattugiata di un limone biologico
350 gr di farina 00
2 vasetti di yogurt bianco (230 gr)
120 gr di olio (metà di semi e metà d’oliva)
1 bustina di lievito per dolci
frutti di bosco qb

Per la salsa al cioccolato bianco:
100 gr di cioccolato bianco di buona qualità
200 gr di latte parzialmente scremato
la polpa di mezza bacca di vaniglia
1 cucchiaio di maizena

Immagine

Immagine

In planetaria,
montare uova, zucchero e aromi.
Aggiungere un po’ per volta la farina,
alternandola all’olio.
Amalgamare infine lo yogurt e
il lievito setacciato.
L’impasto deve risultare sodo, non troppo liquido.
Infarinare i frutti di bosco (che possono essere freschi o congelati).
Versare il composto in uno stampo tondo,
imburrato e infarinato (diametro 25 cm).
Adagiare sulla superficie del dolce i frutti infarinati,
ben distanziati.
Infornare, in forno preriscaldato, a 170 minuti
per circa 45 minuti.

Immagine

In un pentolino,
scaldare il latte con la vaniglia.
Versarlo, ben caldo,
sul cioccolato bianco tritato
e mescolare con una frusta fino a completo scioglimento.
Setacciarvi la maizena e amalgamare,
quindi portare ad ebollizione.
Si conserva per qualche giorno, in frigo.

Ps. Oggi, oltre ad essere l’Equinozio di Primavera,
è anche la Giornata Internazionale della Felicità indetta dall’Onu.
Per questo ho scelto di parlarvi di questa torta e di una domenica come tante.
Perchè ho imparato, crescendo, che la felicità sta proprio in questo,
nell’apprezzare le piccole cose.
Come una fetta di torta,
incartata con amore,
da regalare a chi tutti i giorni
divide con me la passione dei fornelli.
Perchè la felicità si moltiplica
solo quando viene (con)divisa!!
Immagine

Buon primo giorno di Primavera, pasticcioni!!!!!

-Lisa-