{Santa is coming. . . – Aspettando il Natale a casa mia!}

c2330e8fdcc11cd734d01abeb5178973[Questa e altre greeting cards qui]

Che strano Avvento che è quello di quest’anno!
Ci sono cambiamenti in corso,
tanti impegni da non lasciare il tempo per la ricerca dei regali,
tanto spirito natalizio ma poco tempo per goderselo,
e una punta di malinconia se si pensa al futuro…

Insomma, non posso dire sia un brutto periodo,
piuttosto lo definirei…strano. Ecco. Rendo l’idea?

Visto lo stato d’animo, avevo bisogno di scaldare un po’ la casa,
cosi ho iniziato ad addobbare già a fine Novembre…
e ho scelto di farlo con oggetti tradizionali,
che hanno dei significati particolari,
semplici, meglio se fatti a mano.
Piccoli pezzi di puzzle che negli anni
hanno composto il Natale della mia famiglia
e che io ho cercato di mettere insieme
in modo (quasi!) omogeneo.

Come avevo spifferato nell’ultimo post ispirazione  ,
per l’albero di Natale quest’anno ho scelto
il bianco e l’argento.
Ho usato poche decorazioni rispetto agli anni passati,
naturalmente portata al less is more
che ha fatto da fil rouge in questo 2015.

12346401_1268904263135880_1104821045097549134_n

12391359_1276942108998762_4823068043634882930_n

12376697_1276938722332434_2605270627822253483_n

Ad alcune decorazioni sono particolarmente affezionata,
mi ricordano anni speciali, persone o eventi particolari.
Altre sono frutto di una piccola tradizione:
acquistare una decorazione ogni Natale, meglio se
ad un mercatino o in negozi bellissimi come Maisons Du Monde.

c02

Altre le ho create io stessa…

12390858_1276938765665763_3671442061444335393_n

Legno, una mano di vernice e una di carta vetrata e poi
materiali da scrapbooking (adesivi, washi tapes..) 
per dare un tocco personale ed unico.

A casa mia però
l’albero di Natale si contende la scena con una tradizione
ancor più antica e bella: il presepe.

12342493_1276946932331613_8820041143646799690_n

Ognuno ha il suo compito,
c’è chi costruisce la struttura e chi decide
come posizionare i pastori.
Ed è proprio questo il bello: farlo insieme
(anche litigando su Erode si o Erode no!).
E la classica battuta rubata a De Filippo:
”T’ piace ‘o presepe??”

12360431_1276946872331619_8688998178068015717_n

c01

Anche per il presepe c’è la tradizione di acquistare ogni anno
un nuovo dettaglio, uno degli ultimi presi è proprio il gatto in foto
(che però non è per niente proporzionato agli altri personaggi!).
Insomma, non è perfetto e nemmeno pretende di esserlo…
ma è nostro, parla di noi e racconta la storia di decenni
e decenni di famiglia.
Per me non sarebbe Natale senza!

Per il resto della casa, pochi tocchi
qui e là sui camini e sulle finestre,
su qualche mensola e nelle credenze.
Niente di eccessivo,
perché le decorazioni sono solo una cornice…
la vera bellezza del Natale sono la tavola imbandita
e la famiglia che vi si riunisce intorno.

12348130_1276944098998563_8660299030935870565_n

12360078_1276944118998561_2942017001472461273_n

12360262_1276938652332441_3897555947252176625_n

12341541_1276944042331902_613936754792216112_n

12346325_1276944122331894_5578035470308055027_n

E sul balcone…tante luci,
perché Babbo Natale non dimentichi la nostra casa =)

12342341_1271044376255202_7680542734907333222_n

Nota: Non è un caso se ho evitato il mio angolo craft.
E’ vero, sembra il laboratorio di Babbo Natale per quanto è natalizio ma.. lasciatemi dire che se lo vedesse la cara Marie Kondo
mi prenderebbe a calci!

Annunci

{Un anno in un post. Con un solo buon proposito ma con tanti auguri!}

Condensare un anno intero in un solo post
(che non risulti noioso, oltretutto)
non è un’impresa da poco.
Soprattutto per quelli come me,
che a scuola hanno sempre brillato nei temi
e molto meno nei riassunti!
Però ci tenevo a concludere il 2014
con un aggiornamento del blog,
che in questi ultimi tempi ho un po’ trascurato
a vantaggio della vita vissuta, prima che raccontata.
Certo, prometto di mettermi in pari con l’anno venturo!
E prometto di mettere ordine in quest’insieme di idee e ispirazioni
che ogni giorno affollano la mia mente
ma che poi di rado riesco a raccontare.
Ecco, forse l’unico buon proposito davvero adatto al prossimo anno
è quello formulato qualche settimana fa:
MENO e MEGLIO.
E’ l’esigenza che avverto con più chiarezza ora,
quella di ripulire la mia vita -da cose, persone, abitudini che
hanno fatto il loro ed è tempo che vadano.
Un decluttering esistenziale, insomma!

Certamente terrò con me tanto,
di quest’anno e di quelli passati.
Il 2014 non è stato facile, per niente.
In molti momenti mi sono sentita persa,
come quando smarrisci la strada e continui a girare in tondo.
Ma alla fine sono qui, e se mi guardo indietro
scopro che il bilancio di quest’anno è nettamente in positivo.

PicMonkey Collage04

Ho scritto molto più che negli ultimi anni.
A volte di fretta, per concetti o disegnando.
Altre, metodicamente e con ordine.
In ogni caso, del 2014 mi resterà un grande archivio
di pensieri, parole, idee e racconti.
Quello che forse negli ultimi anni era mancato.

PicMonkey Collage03

E ho cucinato anche di più!
(E mangiato altrettanto!)
Ho ritrovato un equilibrio col cibo (almeno in parte!) e
ho scoperto nuovi sapori, nuove tecniche, nuovi piaceri.

PicMonkey Collage01

Ho rispettato le tradizioni,
a tavola ma non solo.
E ne ho inventate/scoperte di nuove!
I miei orizzonti, anche quest’anno, si sono spinti un passo più in là
ed io mi sento come una valigia sempre più carica.
Una sensazione che, personalmente, trovo bellissima!

PicMonkey Collage00

Più di tutto, però, ho vissuto pienamente i dettagli.
Quei ricami sottili e imprevisti sul tessuto della vita che
rendono un anno unico e pregiato e degno d’essere ricordato.
Ho goduto della vista di tante bellezze (naturali e non),
ho sentito il freddo pungente della neve sulle mani e
il calore rilassante del mare sulla pelle.
Ho coccolato e mi sono lasciata coccolare.
Ho vissuto -a volte con calma, a volte accelerando-
ogni momento, intensamente.
Anche quelli che non avrei voluto vivere.

IMG_20141205_105448

E non mi resta che mettere su la musica e smontare la mia bacheca
coi memorabilia del 2014, riporre tutto in una scatola
con una saponetta profumata e…

RIPARTIRE.

Buon 2015 a tutti,
con l’augurio di vivere pienamente
ogni momento dei prossimi 365 giorni di viaggio!

happy2015

[Dal 2 Gennaio, online la ricetta di questi muffins mela e cioccolato profumati all’arancia e cannella!]