{ISPIRAZIONI A TEMA #21 – Pájaros}

Alla zampa di ogni uccello che vola è legato il filo dell’infinito. [Victor Hugo] E’ più di un anno ormai che curo questa piccola rubrica di ispirazioni tematiche e oggi, scorrendo la lista dei temi che scelti fin’ora, mi sono resa … Continua a leggere

{Eanspiration [Easter + Inspiraton] – vecchie foto e links utili}

Il periodo che precede la Pasqua è il periodo in cui la vita si muove nuovamente verso la sua pienezza e, con questa sua forza oggi così poco compresa, spinge anche noi a rinnovarci, ad abbracciare con una nuova visione … Continua a leggere

{Otto Marzo per me.}

(Anche) Quest’anno mi ero ripromessa ”Niente post sull’Otto Marzo”. Me lo dico tutti gli anni, d’altronde. Però poi ci penso, e la voglia di dare un senso più profondo a un’occasione diventata ormai cosi frivola vince sempre. Lo scorso anno, … Continua a leggere

{SIGEP 2015 – Lisa nei panni di ‘Alice nel Paese delle Meraviglie’!}

Ho pensato a lungo a come scrivere questo post. Ci sarebbero centinaia di modi diversi per descrivervi un evento importante come il SIGEP (Salone Internazionale Gelateria, Pasticceria e Panificazione artigianali) Io ho scelto di far parlare soprattutto le immagini. Non … Continua a leggere

{ISPIRAZIONI A TEMA #19 – MAPAS}

Oltre l’est l’alba, oltre l’ovest il mare,
e tra l’est e l’ovest la sete del viaggiatore che non mi dà pace.
cit. Gerald Gould

Potrei tranquillamente riassumere cosi
la mia vera natura.
Per me la vita è una continua scoperta,
viaggiare è indispensabile.
Non riesco a stare senza muovermi, senza
il brivido che precede la partenza.
Anche se, devo dirlo, mi accontento di poco.
Mi basta un weekend al mare o
un nuovo sito archeologico vicino casa…
Mi piacciono i viaggi in cui posso guardare fuori e scrivere,
quelli in cui se vedo qualcosa che m’ispira
scendo e prendo a scattare foto,
quelli che ovunque vai scopri qualcosa di nuovo su te stesso.

Cosi, sono di nuovo in partenza.
Inganno l’attesa cercando ispirazione a tema e
questo è quello che ho scovato per voi.
Quante cose si possono realizzare
con le cartine geografiche!
Questi sono solo pochi esempi…
[tutte le foto sono tratte da Pinterest]

1e5f50a5e500f3d0b75fde7f8ac0595a

d901431608c477d09e3768781a7c2dc4

Se vi affascina l’idea di decorare la casa con vecchie cartine geografiche,
potete scaricarne alcune gratuitamente e
stamparle comodamente a casa. Dove? Qui!

3228e73d58a640020082afa28026d11e

bc37bfd65264edc404e02b5b2ea6736e

bf37baa483bf8a8682b6785a14e3fe25

b7b97cbe053e3e943bb18a842cc98f4c

d0eee0a96b7f4a4726f41700ef33549f

817dc00572fb158ae53be95df35aec19

230c71277192219b4db12be1577da212

96fab6ac17f9c8d7f952cbb447d7c4ce

e394477db27d881ceda257066f337887

e0920e818df5d5fb7a8480b633917003

f2c382d0e4b891727c0d218cf6939076

ba6a3d92202edb064fa1a6dd82158d95

ae6163c9776eac3121385d43dae2d50d

43bea883e8b7d237d93c07ad50714f7a

6cabac3a622e71b6544f82a5ae17cd01

71d5240c6a1feae3d1a7b7c8885342aa

7ec70d7e7f9d6509284fd0f7ebc1b844

95c736f5fc7c61d80d1c7cd0ee328ce7

1ce2124053f97096caa9dc2771af9397

2cbc4b04073c623de2ba5b6277bc490d

1f59994ae87bcef8fa76bd3d2438a8c6

1ad8778a118b9ea9a17e1c5849a70a6c

1c8afa31b415b43facb71993a267a601

Con questo post vi do appuntamento a Lunedi 26 Gennaio.
Potete seguire il mio diario di viaggio Sigep-Rimini-Ancona-Jesi
sul mio profilo Instagram!

A presto!!

{ALLA SCOPERTA DELLE SPEZIE – IV – CANNELLA}

“Basta sfiorare il filo teso di un profumo che
i ricordi risuonano immediatamente.”
-cit. Diane Ackerman

Mi succede cosi con le spezie e
non avrei saputo dirlo meglio.
Se penso alla cannella e provo a chiudere gli occhi
ci sono cose che affiorano alla mia mente d’istinto.
Cose, ma anche luoghi, note, sensazioni.
In principio, mi viene in mente il sapore delle
zeppole fritte e passate ancora calde nello zucchero con la cannella.
Un sapore speciale, di quelli che sanno parlarti di casa tua a ogni morso.

457694e14093946de8d3f596876e91f9

Mi viene in mente un libro, Matrimonio a Bombay.
Mi ha fatto ‘vedere’ luoghi in cui non sono ancora mai stata
e il viaggio fatto tra le sue pagine è indimenticabile.
Poi se ci penso, mi viene in mente il mare,
in alcune sere d’estate che
si snodano attraverso gli ultimi dieci anni;
il bagliore del sole che tramonta sull’acqua,
le luci delle città all’orizzonte che si accendono,
la pelle abbronzata che al primo vento della sera sembra tornare finalmente a respirare.
Poi, a metà fra il profumo di cannella e quello della salsedine sulla pelle,
mi torna in mente Mareluna di Pino Daniele.
E’ una canzone che sa proprio di cannella,
di baci speziati, di posti lontani e ricordi tenuti stretti.
Una nota dopo l’altra arriva alla mente anche Napoli.

1391976_756765444349767_563687887_n

Il chiasso di Forcella, il giornale che si legge sulle scale del Duomo,
Spaccanapoli di corsa tra una lezione e l’altra,
il terrazzo fiorito di Palazzo Reale,
le copertine dei libri vecchi a Piazza Dante,
una coperta stesa alla villa comunale in una mattina di Primavera,
i fuochi d’artificio sotto la pioggia appena il Sangue si scioglie,
gli strilli alla Maddalena,
quel folle che una mattina è salito sulla testa di Garibaldi!

Ok, sto divagando, lo so.
(Mi prometto di riparlare di Napoli con calma).
Tornando alla Cannella. . .
Cinnamomum_verum_-_Köhler–s_Medizinal-Pflanzen-182

Le sue origini affondano nella terra dello Sri Lanka.
Già nella Bibbia -e precisamente nel libro dell’Esodo,
si parlava di questa spezia e pare che
gli Antichi Egizi la usassero per i rituali d’imbalsamazione.
Aveva lo stesso valore dell’Oro, dell’Incenso e della Mirra.
Oggi viene prodotta anche in altri Paesi come
Madagascar, Antille, Vietnam.

a83df8cf9453a715ea2bb5bbf3a9c635

A differenza di molte altre spezie,
questa non si ricava dai semi o dai fiori ma
dalla corteccia stessa dell’albero -alto circa 15 m e sempreverde.
La corteccia asportata viene liberata dallo strato sugheroso e
lasciata ad essiccare arrotolata, cosi come la troviamo in commercio.
E’ possibile che la troviate anche in polvere o sotto forma di olio
ma quest’ultimo non è adatto alle preparazioni gastronomiche!

3cb7c9920a9ff9ade97ed0bc6915cba4

Perchè fa bene?

38d1df8e1113d88bdd4e0c65cb17d561

Perchè è un antiossidante naturale,
stimola la circolazione sanguigna,
rafforza il sistema immunitario,
favorisce la digestione.
Pare che aiuti a combattere la fame nervosa e
è noto ormai da secoli -se non da millenni!
che è una spezia stimolante e per questo
si è guadagnata l’appellativo di afrodisiaca!

9feeeda6c6ec63c2c0c27cb193107967

Anche se in Occidente si usa
prevalentemente nella realizzazione di dolci o infusi,
oltre che di liquori e gelato,
è una spezia perfetta anche per insaporire
piatti di carne o salse salate e
ce lo dimostrano benissimo
le varie tradizioni culinarie orientali!

Visto che il periodo è quello più a rischio influenza,
vi lascio anche un suggerimento per
una tisana contro i mali di stagione,
a base di cannella e zenzero.

8a50ebba431590d3b947e27391915eb8

E se non li avete mai provati,
vi invito ad andare alla scoperta dei Cinnamon Rolls,
un dolce tipico della parte nordica di Europa e America.
Si presume che a inventarli sia stato qualcuno
in Svezia e lì prendono il nome di kanelbulle.
Ormai però sono cosi diffusi che
ne esistono centinaia di versioni,
anche senza più la cannella fra gli ingredienti principali!
E’ una delle ricette che ho messo nella lista
dei dolci da provare nel 2015. . . quindi stay tuned!

Ps. Avete mai pensato di usare le stecche di cannella
come decorazioni per la casa? Vi lascio con qualche idea. . .
[tutte le immagini di questo post, tranne la foto di Napoli, sono tratte da Pinterest]

08b69678fe5e974b934650662e303cc6

011dccd8cd731ab0a56c2ceeb6d506f5

d771104626b53125b9636f5076edc940

{Chi ben comincia. . . – Com’è cominciato il mio 2015!}

Vi ho salutati nel 2014
con un solo buon proposito per l’anno nuovo:
DECLUTTERING ESISTENZIALE.
Ebbene, a 10 giorni dall’inizio del 2015
posso dire che i primi passi sono stati mossi
e in modo spedito e deciso!
Ovviamente non si parla di passi da gigante,
considerato che arrivo a fatica al metroesessantacinque!
Però, si sa, meglio darsi piccoli obiettivi!

Progetti ben definiti ancora non se ne vedono.
Però ci sto lavorando!
E intanto che ci lavoro, pianificare la mia vita una settimana per volta
mi fa sentire meno confusa, ed è più semplice poi
rispettare gli obiettivi che fisso!
Non si tratta solamente di organizzare gli impegni. . .
pianificando i menù e la spesa settimanalmente,
per esempio,
risparmio tempo ed evito quell’odiosa tiritera quotidiana:
”Cosa cuciniamo oggi?”
che mi porta letteralmente all’esaurimento.
Senza contare che se si segue un regime alimentare specifico,
la pianificazione è l’unica via per non impazzire!
Cosi ho pensato: pianifico i pasti…perchè non pianificare anche
gli aggiornamenti del blog? e la beauty routine (che seguo una volta si e tre no!) ?
E cosi mi son lasciata prendere la mano. . .

p01

Come ogni anno, mi sono procurata un’agenda di quelle classiche da ufficio
e l’ho alterata a modo mio, giusto quel poco per renderla più efficiente!
E’ il mio diario personale, pieno di frasi motivazionali
(in questa bacheca di Pinterest ne ho raccolte molte)
e scritte colorate. Mi serve per fare un ‘backup dei pensieri’
quando la sera mi metto a letto.

p02

Colori, frasi e washi tapes rossi – perchè il rosso
è (insieme al blu) il mio colore preferito,
quello capace di darmi carica ed ispirarmi!
Cosi, ogni volta che apro l’agenda, ho un attacco di positività!

p03

Al 1° Gennaio ho messo nero su carta
l’unico proposito di quest’anno.
Inutile formularne tanti. . .arriverei a Dicembre insoddisfatta
e con crisi di autostima. Meglio fare una cosa sola e farla bene!

Ovviamente un’agenda cosi grande
non è comoda da portare in borsa
e certamente non porterei le mie riflessioni personali
in giro per la città col rischio di smarrirle.
Perciò si, ho una seconda agenda! Tascabile, e anche questa
piena di frasi positive e nastri rossi =)

p04

E’ su questa che annoterò, oltre agli impegni,
i film visti e i libri letti durante l’anno.
Il primo libro del 2015 è un regalo che mi sono fatta
dopo anni di raccolta punti da Giunti.
Paulo Coelho è uno dei miei autori del cuore e
ho scelto di cominciare quest’anno con un libro speciale
in cui scrive della ricerca di sé. Perfetto per questo momento della mia vita!

p05

Dalla scorsa estate poi ho preso l’abitudine di trascrivermi,
alla fine di ogni libro, le frasi che ho sottolineato.
In questo modo, quando cerco ispirazione non devo
mettere a soqquadro la libreria
(che poi rimetterla in ordine richiede mesi, vista la mia innata pigrizia!).
Sono già a metà di un block note. Povera me!

Ps. Il bellissimo segnalibro che vedete in foto
(anche questo perfetto per il momento,
visto che mi sto tuffando letteralmente a capofitto nell’anno nuovo)
è di una delle mie vicine di stand ai mercatini natalizi 2014,
un’esperienza bellissima che potete scoprire qui, foto dopo foto…

Le agende però sono solo una parte del mio malefico piano di organizzazione. . .

p07

Ovviamente è necessario un calendario
(e questo de L’Erbolario è perfetto, mi ispira un sacco. . .grazie a Nata per i Fornelli
per questo dono azzeccatissimo)!
E tra un planning e l’altro,
ho scoperto che giocare a Scarabeo con l’app per Android
è un ottimo modo per stimolare la mente
(e per non annoiarsi quando si è in attesa dal medico).
Senza contare che giocando in Inglese e Spagnolo
ho già imparato un sacco di termini nuovi
e scoperto che ne conosco alcuni che nemmeno ricordavo!

p06

Ho ripreso poi gli esercizi di scrittura!
E’ una cosa di cui sono molto contenta. Tenevo lì il corso da almeno un anno
ma mi era passata un po’ la voglia di scrivere.
Ora mi sento come un fiume in piena che ha bisogno di
una penna per sfociare in mare!

p08

Mi sono appesa in bacheca anche l’oroscopo del 2015.
Che magari non si avvera ma di certo mi dà la carica!
E poi lo dice anche lui che è il momento adatto a pianificare gli obiettivi. . .

p09

Già da una settimana, poi, ho cominciato un’esperienza che
si è subito rivelata positivissima.
Ho tentennato un po’ prima di fare mio questo corso ma
direi è stato uno dei migliori acquisti dell’anno vecchio.
E non vedo l’ora di andare avanti e
dare una bella svegliata all’Annalisa
determinata e competitiva che dorme profondamente da qualche anno.

Last but not least, un planning fai-da-me (nel senso che me lo sono disegnato io)
per avere sempre davanti agli occhi, settimana per settimana, gli obiettivi.

p10

p12

Certo, il cammino è lungo e in salita…
Nelle prossime settimane mi aspettano
un piano economico da cominciare da zero,
le diecimila ricette che ho da riorganizzare,
l’armadio da rimettere a nuovo e. . .
un viaggio.
Un viaggio speciale!
Per ora non vi svelo nulla, ma vi assicuro che vi piacerà!
Io non vedo l’ora…. perciò corro
a organizzare la valigia (ok, sono un caso clinico ormai!!!)

Prima di andare però, ancora qualche link utile:

-Il corso che sto seguendo ”Il tuo 2015 di successo” è di Gioia Gottini. Correte a scoprire chi è, ne vale veramente la pena!!!!
-Una risorsa utilissima per chi vuole RIORDINARE LA PROPRIA VITA è questo bel sito: Paroladordine.
-Se ancora non avete un’agenda e vi va di crearvela su misura. . . c’è l’insplagenda di SporaBlog

Detto questo, appuntamento al prossimo post (con ricetta, giuro!!) ❤

{Un anno in un post. Con un solo buon proposito ma con tanti auguri!}

Condensare un anno intero in un solo post
(che non risulti noioso, oltretutto)
non è un’impresa da poco.
Soprattutto per quelli come me,
che a scuola hanno sempre brillato nei temi
e molto meno nei riassunti!
Però ci tenevo a concludere il 2014
con un aggiornamento del blog,
che in questi ultimi tempi ho un po’ trascurato
a vantaggio della vita vissuta, prima che raccontata.
Certo, prometto di mettermi in pari con l’anno venturo!
E prometto di mettere ordine in quest’insieme di idee e ispirazioni
che ogni giorno affollano la mia mente
ma che poi di rado riesco a raccontare.
Ecco, forse l’unico buon proposito davvero adatto al prossimo anno
è quello formulato qualche settimana fa:
MENO e MEGLIO.
E’ l’esigenza che avverto con più chiarezza ora,
quella di ripulire la mia vita -da cose, persone, abitudini che
hanno fatto il loro ed è tempo che vadano.
Un decluttering esistenziale, insomma!

Certamente terrò con me tanto,
di quest’anno e di quelli passati.
Il 2014 non è stato facile, per niente.
In molti momenti mi sono sentita persa,
come quando smarrisci la strada e continui a girare in tondo.
Ma alla fine sono qui, e se mi guardo indietro
scopro che il bilancio di quest’anno è nettamente in positivo.

PicMonkey Collage04

Ho scritto molto più che negli ultimi anni.
A volte di fretta, per concetti o disegnando.
Altre, metodicamente e con ordine.
In ogni caso, del 2014 mi resterà un grande archivio
di pensieri, parole, idee e racconti.
Quello che forse negli ultimi anni era mancato.

PicMonkey Collage03

E ho cucinato anche di più!
(E mangiato altrettanto!)
Ho ritrovato un equilibrio col cibo (almeno in parte!) e
ho scoperto nuovi sapori, nuove tecniche, nuovi piaceri.

PicMonkey Collage01

Ho rispettato le tradizioni,
a tavola ma non solo.
E ne ho inventate/scoperte di nuove!
I miei orizzonti, anche quest’anno, si sono spinti un passo più in là
ed io mi sento come una valigia sempre più carica.
Una sensazione che, personalmente, trovo bellissima!

PicMonkey Collage00

Più di tutto, però, ho vissuto pienamente i dettagli.
Quei ricami sottili e imprevisti sul tessuto della vita che
rendono un anno unico e pregiato e degno d’essere ricordato.
Ho goduto della vista di tante bellezze (naturali e non),
ho sentito il freddo pungente della neve sulle mani e
il calore rilassante del mare sulla pelle.
Ho coccolato e mi sono lasciata coccolare.
Ho vissuto -a volte con calma, a volte accelerando-
ogni momento, intensamente.
Anche quelli che non avrei voluto vivere.

IMG_20141205_105448

E non mi resta che mettere su la musica e smontare la mia bacheca
coi memorabilia del 2014, riporre tutto in una scatola
con una saponetta profumata e…

RIPARTIRE.

Buon 2015 a tutti,
con l’augurio di vivere pienamente
ogni momento dei prossimi 365 giorni di viaggio!

happy2015

[Dal 2 Gennaio, online la ricetta di questi muffins mela e cioccolato profumati all’arancia e cannella!]

{Il club delle ricette segrete – A.Israel & N.Garfinkel}

club01

Questo libro mi è piaciuto subito,
sin dal primo istante.
L’ho adocchiato, in mezzo a cent’altri volumi e
già solo guardandolo me ne sono innamorata.
Poi l’ho aperto ed ho letto la dedica:

”Alle nostre madri e ai nostri padri, 
che ci hanno insegnato a cucinare e ad amare.”

A quel punto ho dovuto comprarlo per forza!
E non me ne sono mai pentita.
Per questo oggi sono qui a consigliarvelo,
come regalo per una persona speciale o
da comprare per voi stessi,
meglio se per letture invernali accanto al camino,
di quelle sotto le coperte, mentre fuori nevica,
con una tazza di camomilla fumante.
Il romanzo inizia cosi:

club02

Perchè questo libro non parla solo di cibo,
né solo d’amore.
Parla anche di amicizia.
Quella vera, intendo.
Mica quella di Facebook!
Quell’amicizia che c’è tra due persone che
non hanno bisogno di vivere vicine per
starsi accanto,
che anche quando il tempo è tiranno e
gli impegni sono troppi,
il modo di strapparti un sorriso lo trovano sempre,
che gioiscono delle tue gioie senza invidia alcuna e
piangono le tue stesse lacrime quando stai male.

Per i più curiosi, aggiungo anche l’incipit:

club03

Corrispondenza e Ricette
vanno di pari passo in questo romanzo che
non solo racconta una storia bella, originale, non scontata ma
lo fa anche in un modo che trascina, coccola, rapisce.
Ma torniamo alle ricette.

Sigarette turche; Costine di maiale ”Broadway”;
Biscotti della luna farciti; Torta di mele ”Congiura”;
Waffle ”spensierati”; Zuppa nuziale italiana.

Questi sono solo alcuni dei golosi piatti che
questo libro vi permetterà di gustare con gli occhi dell’immaginazione.
Tra un capitolo e l’altro, ad aspettarvi c’è sempre una ricetta.
A suggerirvele, due amiche speciali…Val & Lilly.
Amiche per la pelle fin da piccole, sono due persone con cosi poco in comune…
a parte la passione per la cucina!
La vita le porterà ad allontanarsi, ma la fitta corrispondenza
(fatta prima di lettere e poi di e mails) le terrà unite e
tra una missiva e l’altra, tra un pettegolezzo e un consiglio, ecco una ricetta!
Ognuna ha un perchè, una storia, un’origine.
E alla fine del romanzo (con colpo di scena!!!) troverete anche l’indice delle ricette!!

Il mio voto: 10.
Letto in appena due giorni, mi ha lasciato un senso di vuoto
pari a quello che ti lascia un amico in partenza.
Ma mi ha lasciato anche una forte voglia di
spadellare, di sfornare, di gustare e di scrivere…

Lo consiglio caldamente,
e se volete un’idea per regalarlo,
ecco i miei suggerimenti:

1. All’amica del cuore, che sia o meno appassionata di cucina.
Questo libro scalda il cuore…non solo i fornelli!

2. Alla suocera che ama l’unione familiare
(e la contempla soprattutto la domenica, attorno alla tavola imbandta!)

3. Alla sorellina che va a vivere da sola o con il fidanzato!

L’editore è GARZANTI;
Il libro è composto da 377 pagine;
La prima edizione è del 2010;
Titolo originale: The recipe Club;
Il prezzo in copertina è 9,90 euro. 

La storia, la copertina, le ricette
mi ispirano a gustarlo accompagnandolo con
qualcosa di rustico,  scrocchiarello,  adatto all’autunno.
Perciò io vi suggerisco queste Foglie Salate alle noci e Parmigiano!

salatini02

Salatini

Realizzarle è una passeggiata,
soprattutto se acquistate la pasta sfoglia al market!
Ricavate le foglie con degli stampini,
spennellatene la superficie con acqua e
spolverate con il formaggio e le noci tritate poi
sovrapponetele due alla volta.
Cuocete a 180°C.

Il bello di questa ricetta è che
i più esperti possono mettersi alla prova
preparando in casa anche la sfoglia e
congelandola in panetti già stesi
cosi da tirarla fuori all’occorrenza.
Io adoro preparare la sfoglia in casa ma…
che faticaccia!!

sfoglia01

sfoglia02

Buona lettura, miei cari…
Io vado a fare scorta di libri ( e di noci!) per l’Inverno!!