{Otto Marzo per me.}

(Anche) Quest’anno mi ero ripromessa
”Niente post sull’Otto Marzo”.
Me lo dico tutti gli anni, d’altronde.
Però poi ci penso,
e la voglia di dare un senso più profondo
a un’occasione diventata ormai cosi frivola
vince sempre.
Lo scorso anno, per esempio, vi ho parlato 
di alcune delle donne a cui mi ispiro.

Quest’anno ci tengo a precisare cos’è per me l’Otto Marzo.

Otto Marzo per me è lotta, come tutti gli altri giorni.
Una lotta continua, difficile,
i cui campi di battaglia quotidiani sono gli uffici,
le fabbriche, le case, le chiese, le scuole
(e, per esperienza personale, anche i laboratori di pasticceria).
Non voglio essere ripetitiva o scontata,
ma Oriana Fallaci lo spiega molto meglio di quanto possa fare io:

Per incominciare, avrai da batterti per sostenere che
se Dio esistesse potrebbe anche essere
una vecchia coi capelli bianchi o una bella ragazza.
Poi avrai da batterti per spiegare che il peccato
non nacque il giorno in cui Eva colse una mela:
quel giorno nacque una splendida virtù chiamata disubbidienza.
Infine avrai da batterti per dimostrare che
dentro il tuo corpo liscio e rotondo
c’è un’intelligenza che urla d’essere ascoltata.

Otto Marzo per me è collaborazione.
Quella che troppo spesso
noi donne non riusciamo a mettere in atto,
per invidia, competizione, ignoranza.
Personalmente,
trovo davvero stimolante parlare, lavorare e confrontarmi
con altre donne più che con gli uomini.
E l’Otto Marzo fornisce uno spunto in più per farlo,
basta guardare oltre i fiori, gli auguri e le serate per sole donne.

Otto Marzo per me è orgoglio.
L’orgoglio di essere nata donna,
e di scegliere, giorno dopo giorno, di vivere dignitosamente il mio essere donna,
in un mondo che ti spinge sempre di più a pensare
”Ah, se fossi nata uomo!” o, peggio,
che per ottenere qualcosa ci sia bisogno di (s)vendersi.
Sono fiera, e tanto, di essere donna.
Anche se non è facile e nessuno ci facilita le cose.
Essere donna, per me, è un gran privilegio.

A tutte le donne che passeranno di qui,
oggi, nei prossimi giorni o in futuro,
lascio un consiglio di lettura.
Un libro che è una raccolta- di foto e di parole,
in bianco e nero,
perfetto per questa occasione ma non solo.
Io l’ho ”incontrato” per puro caso
durante una vacanza estiva
e gli ho subito fatto posto in valigia.

b01

b02

b03

E’ uno sguardo su come si è evoluto il ruolo delle donne italiane
nel corso del ‘900 -tra casa, famiglia, lavoro, politica e tempo libero.
Un viaggio davvero bello da fare,
perchè non bisogna per forza attraversare il Mediterraneo
per scoprire che le donne non vengono trattate come dovrebbero.
Un viaggio che potete iniziare comodamente in poltrona
(mentre fuori piove, visto il meteo dei prossimi giorni!) 
e con una bella tazza di cioccolata da bere,
Ah, e se volete, ho anche una ricetta perfetta per accompagnarla!
E’ una ricetta semplice,
come semplice è il modo in cui voglio trascorrere l’Otto Marzo.

{CIALDE}

-per ottenere almeno 25 cialde, moltiplicate queste dosi per 3-

1 uovo
1 cucchiaio di zucchero
20 gr di burro fuso
3 cucchiai di farina 00 (almeno. Regolarsi in fase d’impasto)
vaniglia
scorza d’agrumi

cialde01

Si tratta di un impasto semplice,
che non ha bisogno di impastatrice.
In una ciotola abbastanza capiente,
sbattete l’uovo con una frusta e aggiungete lo zucchero e gli aromi.
Una volta ottenuto un composto spumoso,>
aggiungete la farina setacciandola
e il burro fuso.
L’impasto dovrà essere denso e liscio.
Amalgamate poi lasciate riposare 15 minuti.

Intanto, scaldate sui fornelli una piastra per cialde.
Dev’essere ben calda da entrambi i lati.
Per chi non ha idea di come sia fatta,
ecco la mia!

11008837_1089868261039482_767423794_n

A questo punto,
mettete al centro della piastra una cucchiaiata rasa
d’impasto e chiudete,
premendo per far fuoriuscire l’aria.
Dopo qualche minuto,
rovesciate la piastra e fate cuocere anche l’altro lato.
In pochi minuti la vostra cialda sarà pronta.
Spolverizzate con lo zucchero al velo
oppure servite con una marmellata di agrumi.

cialde02

cialde03

Annunci

One thought on “{Otto Marzo per me.}

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...