{Biscotti Hamsa – Per la serie: ‘scavando nell’hardisk…’}

Non mi piacciono le collezioni.
Intendo quelle statiche, messe lì in vetrina,
fatte solo per essere ammirate e per prender polvere.
Mi piace invece, in alcuni casi, avere tanti tipi diversi di uno stesso oggetto
che siano però tutti, rigorosamente, da utilizzare!
Cosi, ho la credenza piena di mugs, una per ogni stato d’animo.
Prima di mettere a scaldare il latte per la colazione o
l’acqua per il té delle cinque, le guardo e mi chiedo: ”Oggi di che colore sono?”
e la scelta viene facile… alcuni giorni preferisco quella capiente, tutta celeste,
altre volte quella senza manico, rosso fuoco, altre ancora quella a pois che
mi è costata un occhio della testa ma mi piaceva troppo….
E cosi anche per gli orecchini (ma questo capitolo ve lo risparmio!) e…
per gli stampi per biscotti! Eh si…
Ne ho di ogni forma possibile!
Animali (anche i più strani!), oggetti (servizio da té, attrezzi per lo sport..)e altre forme strane..
Mi piace che ogni infornata di biscotti
sia abbinata all’occasione per cui li preparo o
alla persona che li riceverà in dono.
Ho sette tipi diversi di formina a cuore, e ho detto tutto!
Tuttavia quando mi fu proposto di preparare
i biscotti che sto per mostrarvi, più di un anno fa, restai spiazzata.
La formina per biscotto della ‘Manina di Fatima’ proprio mi mancava!
E a dirla tutta nemmeno avevo idea di cosa fosse!

10965582_1069812939711681_355550711_n

coo04

Insomma, fui costretta ad improvvisare col vecchio metodo
della carta forno e del disegno a mano libera…
Il risultato non mi  è dispiaciuto affatto e
ancora adesso, a distanza di tempo, restano i miei biscotti preferiti.
Non vi dico poi com’eran buoni!
Avevo realizzato quattro varianti della ricetta base di Montersino
(che trovate nel ricettario di questo blog, in alto a destra!):
cannella e pinoli, vaniglia e limone, té, ciocccolato.

cook05

coo03

Ne venne fuori anche un goloso pendente
da indossare e da sgranocchiare… un piccolo dono
per non dimenticare quell’occasione!
(chiedo venia per la foto, pessima!!!)

Quando ho ritrovato queste foto nel pc, qualche tempo fa,
ho pensato allora di usarle come spunto per una sorta di post ispirazione. . .

Avete voglia di scoprire  origine e significato di questo simbolo??
Il suo vero nome è ”hamsa” che significa ”cinque” e ha un grande significato
in diverse religioni e in molte zone del Medio Oriente e del Nord Africa.
Viene indossato, sotto forma di ciondolo (preferibilmente d’argento),
come portafortuna, per allontanare il malocchio, per ricordare che
la fede in Dio va espressa attraverso tutti e cinque i sensi.
Può essere indossato in due modi, entrambi col medesimo significato:
con le dita verso l’alto oppure dirette verso il basso.
In ogni caso, porta gioia e serenità a chi lo sceglie come monile.

Perchè viene chiamato ”Manina di Fatima”?
Lo racconta una leggenda della cultura islamica.
Fatima, la nipote del profeta Maometto, era andata in sposa ad Alì.
Quest’ultimo una sera tornò a casa con una delle sue concubine,
(l’Islam permette agli uomini di sposare fino a 4 donne)
e la cosa diede non poco fastidio a Fatima che,
intenta a cucinare, non si accorse che si stava scottando una mano.
Il dolore che provava nel vedere il suo compagno, di cui era profondamente innamorata,
insieme ad un’altra donna non le faceva avvertite il dolore fisico.
Le sue lacrime, alla fine, fecero capire ad Alì come comportarsi per non farle del male.
Da allora questo simbolo ricorda alle donne islamiche di avere pazienza
per ottenere in premio la gioia.

Tralascio -perchè non è il luogo adatto- tutto il discorso della
poca considerazione e del poco rispetto
che vengono riservati alle donne dalla cultura musulmana,
nonostante, credetemi, mi stia molto a cuore.
La mia indole curiosa e assetata di conoscenza mi porta
a cercare sempre di scoprire nuove culture, nuove tradizioni diverse dalle mie,
anche se magari poi incorro in pensieri e filosofie di vita che non condivido.
Perciò, mi limito a lasciarvi qualche esempio di come questo bellissimo simbolo
viene riproposto oggi, nei negozi e non solo.

[Ps. Vi consiglio anche di fare un salto su questo blog, La Mano di Fatima!]

10966735_1069812643045044_1398226038_n

10965605_1069812966378345_1876073862_n

10965512_1069812569711718_1984146394_n

10965390_1069812909711684_1181999854_n

Turkish Cake 2

hand-of-fatima-wedding-table-plan-605x340

images

10961733_1069812676378374_316421222_n

10954127_1069812899711685_1652367695_n

10943538_1069812719711703_1285965167_n

10945511_1069812803045028_2134480142_n

10841471_1069812746378367_1551458263_n

10841334_1069812606378381_1440350151_n

961405_1069812699711705_2054678708_n

074_IR36_2013-5

10941703_1069812866378355_598014787_n

10951820_1069812616378380_1022140580_n

[Source: Pinterest]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...