{BISCOTTI INTEGRALI VEGANI – Primo esperimento di cucina vegan!}

Si fa presto a dire VEGAN.
Ma sappiamo davvero di cosa parliamo?
Io fino a poche settimane fa
conoscevo solo sommariamente questo stile di vita.
Mi aveva toccato in modo cosi superficiale che non mi ero mai preoccupata di
approfondire l’argomento con qualche lettura.
Poi, volendo regalare dei dolci a degli amici che hanno sposato questa filosofia,
è iniziata la ricerca di informazioni!
Ho scoperto cosi…

…che la parola VEGAN è stata coniata nel 1944. L’ideatore, Donald Watson, racconta cosi la nascita di questa parola che ormai sentiamo o leggiamo almeno 1 volta al giorno:
”Invitai i miei primi lettori a suggerire un termine più conciso per
sostituire non-dairy vegetarian (vegetariani non consumatori di latticini).
Ho ricevuto alcuni suggerimenti piuttosto bizzarri,
come dairyban, vitan, benevore, sanivore, beaumangeur, ecc.
Optai per il termine vegan, contenente le prime tre e le ultime due lettere di vegetarian –
l’inizio e la fine del vegetarianismo.”

…che la filosofia di vita dei Vegani è un’evoluzione naturale del Vegetarianismo, movimento dal quale sei persone nel 1944 si distaccarono per intraprendere un cammino completamente privo di risorse derivate dagli animali.

…che mentre i Vegetariani mangiano uova, latte, formaggi ma non la carne, i Vegani non mangiano neanche quelli (per esempio, il miele!) e sono contrari ad ogni forma di sfruttamento animale (che riguardi l’intrattenimento, l’abbigliamento o qualsiasi altro scopo).

…che il principio ispiratore è quello di avere un impatto meno forte possibile sull’ambiente, ragion per cui si prediligono cibi integrali, poco lavorati se non del tutto grezzi, e cosi via.

E’ facile ritrovarsi a pensare ”Ma che diavolo mangiano?” e
non nego che anche io credevo che la dieta vegana fosse monotona e
la ricerca di alimenti adatti complicata,
invece…mi sono ricreduta!
Preciso che no, non sono diventata vegana e
non penso lo farò a breve ma sono molto contenta di aver ampliato i miei orizzonti in cucina!

77f17d64c87f2ee2348c5eb2db093ae4
[immagine tratta dalla rete]

Però, devo dirlo, condivido parte dei principi di questa filosofia
(sono assolutamente contro l’uso di pellicce e
pelli di animali -per non parlare di altre parti tipo avorio e simili,
per la fabbricazione di abiti o accessori,

esperimenti sugli animali per testare i prodotti farmaceutici/cosmetici,
caccia e pesca a scopo sportivo).

Dopo questo piccolo preambolo,
non mi resta che lasciarvi le istruzioni per
preparare questi semplicissimi biscotti,
dall’aspetto e dal sapore volutamente rustico,
simili a quelli di grandi marche ma
con una marcia in più
(quella che solo i prodotti fatti artigianalmente hanno).

veg05

{BISCOTTI INTEGRALI VEGANI}

130 gr di farina integrale ( io ho testato questa )
30 gr di fecola di patate
60 gr di zucchero di canna integrale
(da non confondere con quello grezzo! Per info più precise vi invito a cliccare qui)
5 gr di lievito per dolci
40 ml di acqua
40 ml di olio di semi di girasole
estratto di bacca di vaniglia
cannella in polvere
scorza grattugiata di un’arancia biologica
semi di papavero

veg02

La prima cosa da fare è mescolare gli ingredienti secchi
in una ciotola capiente.
A parte, sciogliere lo zucchero nell’acqua.
Nell’olio, invece, grattugiare la scorza dell’arancia.
Unire i composti liquidi agli
ingredienti secchi e mescolare
con l’aiuto di quello che in gergo si chiama tarocco (o cartoncino… questo!)

La consistenza ovviamente non è quella di una normale frolla per biscotti.
Il panetto che ne verrà fuori risulterà però
elastico e facilmente manipolabile!
Avvolgetelo in pellicola e fatelo riposare in frigo per almeno 30 minuti.
Procedete poi come per dei normalissimi biscotti,
stendendo l’impasto col mattarello e dando la forma ai biscotti.
Vi bastano 10/15 minuti in forno ben caldo a 180°C.

veg01

veg03

NB. Per far attaccare lo zucchero e i semi di papavero basta una spennellata d’acqua!

veg04

Ma veniamo alle varianti…
Ovviamente potete scegliere liberamente con quali spezie insaporirli.
Inoltre, potete aggiungere all’impasto cioccolato fondente (in gocce o scaglie) o cacao amaro
(ma attenti a leggere le etichette, alcune aziende non garantiscono che
il prodotto non contenga tracce di latte).
Potete anche glassarli con il cioccolato fondete, volendo.
Da provare in abbinamento al peperoncino, soprattutto in vista di San Valentino =)

Infine, un’illustrazione trovata su Pinterest che
potrebbe tornarvi utile se non volete usare le uova nelle vostre ricette dolci!

1fac6a789f62a6e829a8195cff507620

Ora vi lascio…
Ho tante foto del viaggio nelle Marche da sistemare
per i prossimi posts!!!!!! ❤

Annunci

2 thoughts on “{BISCOTTI INTEGRALI VEGANI – Primo esperimento di cucina vegan!}

  1. Interessantissime informazioni, che pur essendo appassionata di cucina naturale e vegan, non conoscevo. Hai ragione, la filosofia vegan è molto interssante articolata e tutt’altro che monotona e soprattutto una bella sfida anche per gli “onnivori” come oi. Buonissimi i biscotti, rustici e semplici come piacciono a me.
    Un abbraccio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...