{LA MIA SETTIMANA IN 7 SCATTI – 13/19 GEN 2014}

Questo sabato -e questa settimana in generale
sta finendo con una nota malinconica.
Sarà la stanchezza, saranno le preoccupazioni per i cambiamenti che stanno avvenendo nella mia vita,
sarà il periodo, non lo so cosa sarà…
Fatto sta che mentre scrivo mi gira in testa questa canzone splendida
e allora lascio a lei la parola senza dilungarmi troppo
prima di postarvi gli scatti di questi ultimi sette giorni.

{Quello che le donne non dicono – AmichePerl’Abruzzo}

Immagine

#1
Ancora non vi ho mostrato il calendario che quest’anno campeggia nella mia cucina…
rigorosamente foodstyle!
Per essere precisa, si tratta del calendario della nota marca di prodotti per dolci Pane degli Angeli.
Non so se avete mai visitato il loro sito web, è delizioso!
Ricco di contenuti, graficamente accattivante e dall’aria un po’ shabby retrò,
mi ha subito riportato indietro negli anni, a quando da piccola giocavo con le codette colorate
e mi divertivo a decorare i dolci con i pagliacci o i pirati di zucchero!
NB. Pane degli Angeli è perfino su Pinterest!! Vedere qui per credere!

Immagine

#2
Questa settimana sono tornata bambina più di una volta,
complice anche il raffreddore, che mi ha tenuta a riposo in compagnia di coperte, tisana e…cartoni animati!
Uno dei miei preferiti di quand’ero piccola
è La Pimpa, che ho scoperto esiste ancora!!
Vi lascio immaginare la scena:
io, incantata davanti alla tv, con gli occhi luccicanti tra un eccì e un uuuuh.
Uno spunto banale per ritrovare, ogni tanto, lo spirito e la leggerezza di quando
la più grande preoccupazione della vita
era trovarmi davanti alla tv all’ora esatta in cui cominciavano i miei cartoons preferiti!!

Immagine

#3
Questa settimana, diciamolo pure, mi sono coccolata.
Anche a tavola.
Per esempio, con le mie adorate patate fritte!
Era un po’ che non le mangiavo… mi erano mancate un sacco!!!!
Se anche voi le amate, ecco qualche consiglio per una frittura perfetta!

Immagine

#4
Un’altra coccola che mi sono concessa questa settimana è stata
la lettura (non ancora terminata, per prolungarne il piacere!!)
del libro ”Regali golosi” di Sigrid Verbert.
Qualcuno forse la conosce già, poichè ha un blog molto carino:
Il cavoletto di Bruxelles.
Qualcun’altro forse l’ha vista in tv, e più precisamente su La5,
dov’è protagonista del programma Il cibo si fa bello.
Io non la conoscevo prima di acquistare (con uno sconto superfantastico!!)
il suo meraviglioso libro.
Edito da Giunti, è una vera chicca per chi, come me, ama preparare regali dolci e salati
per amici e parenti curandone ogni dettaglio, confezione compresa!

Immagine

#5
Una delle coccole che amo farmi di più è
dedicarmi alla mia casa.
Per lo più col fai da te, a volte -quando posso- con lo shopping.
Come in questo caso.
Con meno di 8 euro mi sono regalata una coppia di tovaglie,
di un verde chiaro molto romantico e primaverile,
per rinnovare un po’ lo stile dei miei pranzi in famiglia
(di solito incentrati sul celeste o sull’arancione).
Perchè coccolarsi non vuol dire necessariamente spendere una fortuna!

Immagine

#6
Questa settimana però non mi sono solo auto-coccolata,
ma ho ricevuto anche le coccole di di un po’ di persone attorno a me,
tra cui questa -che voglio mostrarvi poiché è stata una delicata sorpresa di cui vado molto orgogliosa-
regalatami da una persona che ho conosciuto forse una settimana fa.
La dimostrazione di come un sorriso e una disponibilità alla condivisione
siano la molla per incontri interessantissimi
che possono solo arricchirci.
Prossimamente vi dirò qualcosina in più! 😉

#7
La settima foto di questa settimana… non c’è.
Non perchè non abbia avuto cose da fotografare.
Il motivo è semplice, ed è una sorta di piccola protesta o dissenso o come preferite chiamarlo.
Ogni 17 Gennaio, nel mio piccolo paese, per festeggiare Sant’Antonio Abate,
accendiamo un falò in strada e trascorriamo la serata tra canti, buon cibo e buona compagnia.
E’ una tradizione decennale, diffusa in larga parte qui al Sud (ma so che si fa anche in altre zone d’Italia).
Non ricordo di aver mai iniziato un anno senza ”A’ lamp e Sant’Antuon”.
Mai prima di quest’anno, però.
Perchè a Caserta (e in provincia), pochi giorni fa -con un decreto legge- è stata vietata l’accensione dei falò.
Motivo? L’emergenza roghi dell’ ormai tristemente nota Terra dei Fuochi.
Ora, fermo restando che l’emergenza c’è ed è importante tenere alta la guardia,
trovo davvero ridicolo questo provvedimento e ci tengo a dirlo.
Perchè i roghi tossici hanno continuato a bruciare in questi giorni e gli autori continuano a vivere tranquilli
la loro vita da delinquenti, avvelenandoci.
A noi invece, oltre alla salute, alla libertà e al diritto alla vita, ora vengono tolte anche le tradizioni,
quelle poche cose che ci legano in modo positivo a questa terra.
Lo trovo ridicolo, ingiusto, inutile e sconfortante.
Per questo motivo, siccome avrei dovuto postare la foto del falò
e invece il falò non c’è stato, preferisco lasciare vuoto questo settimo posto.
Augurandomi che non capiti ancora.

Per questa settimana è tutto,
vi lascio con un abbraccio e una coccola.
Che non manchino mai, queste due cose, nella vostra vita di tutti i giorni!!!

-Lisa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...